Grande successo per Vinitaly 2016: le cantine italiane tra qualità e innovazione. Le aziende vitivinicole si (ri)lanciano sui social. Esplode il parlato intorno a #vinitaly2016

Grande successo per Vinitaly 2016: le cantine italiane tra qualità e innovazione. Le aziende vitivinicole si (ri)lanciano sui social. Esplode il parlato intorno a #vinitaly2016

Che sarebbe stato un successo nessuno lo aveva mai messo in discussione, ma la paura che la selezione all’ingresso (introdotta quest’anno per agevolare gli operatori business) avrebbe potuto disincentivare la partecipazione, c’era, eccome se c’era. Invece, la 50° edizione di Vinitaly è andata ben oltre le più rosee aspettative. Anche grazie ai social. Un’aumentata consapevolezza nel campo della comunicazione 2.0 ha favorito la visibilità di molte cantine, creando una forte interazione con i visitatori.

Vinitaly2016Sono stati quasi 40mila i tweet generati nel periodo preso in esame (1/02 – 14/04), da oltre 10mila utenti, attraverso l’hashtag #vinitaly2016 e #vinitaly50. Di rilievo anche i dati raccolti sul versante immagini: su Instagram sono state pubblicate oltre 12800 foto, mentre su Twitter la cifra complessiva ha sfiorato le 9500 immagini. Questo a testimonianza del fatto che il vino (come del resto tutto il settore food&beverage) si presta benissimo per essere veicolato tramite l’aspetto visual. Dettaglio percepito da molte aziende, che proprio sulle foto hanno costruito la loro ‘avventura’ a Vinitaly 2016. Non basta più fare qualità, occorre comunicarla, nel migliore dei modi. Anche questo significa fare innovazione, proporsi in maniera propositiva sul mercato.

A testimonianza dell’annata record per l’export del vino italiano nel 2015 (+5,4% rispetto al 2014), sono gli oltre 2mila tweet provenienti dagli Stati Uniti (persone con dispositivi geolocalizzati nell’area USA). Non a caso, sono proprio i buyer d’oltreoceano a primeggiare in termini d’importazione e questo spiegherebbe l’intensità del parlato statunitense intorno a Vinitaly 2016. Merita un focus l’attività social della regione Basilicata che, attraverso il profilo twitter ufficiale @cometobas, ha saputo creare una call to action molto partecipata, rendendo l’hashtag #berebasilicata uno dei più twittati (quasi mille tweet).

Infine, siamo orgogliosi di segnalare come il nostro profilo Twitter di riferimento, @winesindex, compaia all’ottavo post tra i profili più menzionati, dietro solo ad account di spicco, tra cui il Presidente del Consiglio @matteorenzi, il Ministro delle politiche agricole, alimentari e forestali @maumartina e la Managing Director di Vinitaly International @steviekim222.

- SPECIALE VINITALY 2016 -

Tutto il parlato nei social in tempo reale

MAGGIORI DETTAGLI