Vinitaly50: cantine, social e nuovi strumenti di comunicazione per il settore wine

E’ quasi terminata l’attesa per il Vinitaly 2016, per espositori e visitatori si prospettano giornate intense di eventi...e di social networking

Ormai manca pochissimo: avrà luogo tra domenica 10 e mercoledì 13 aprile la cinquantesima edizione del Vinitaly, la manifestazione per eccellenza in termini di vino e distillati che come di consueto si terrà egli ampi spazi di VeronaFiere. Quattro giorni di eventi, rassegne, degustazioni e workshop con l’obbiettivo di far incontrare e conoscere cantine e operatori del settore, per diffondere la cultura del vino e stimolare il mercato italiano e non solo. Sudafrica, Argentina, Cile, Georgia, Moldavia, Ucraina fino all’Australia e alla Cina: quest’anno i visitatori di Vinitaly avranno la possibilità di conoscere realtà tra le più disparate sia in termini di territori che di tendenze.

Il ricco programma dell’evento comprende inoltre numerosi seminari e convegni, nonché focus sulle produzioni e i mercati esteri per approfondire i temi legati alla domanda e offerta anche in altri Paesi. Non mancheranno nemmeno gli abbinamenti tra vino e cibo, con la collaborazione di chef e ristoranti. Un appuntamento must per molti, un’eccezionale vetrina per mostrare le proprie potenzialità e informarsi, scoprire, allargare i propri orizzonti vitivinicoli.

E’ in questa cornice, nell’ambito di un evento di risonanza internazionale, che le conversazioni sull’argomento “wine” fremono, soprattutto nei social network. Da qualche anno a questa parte, infatti, strumenti come Facebook e Twitter si sono fatti strada con prepotenza anche nel settore del vino, diventando imprescindibili per una comunicazione dei propri prodotti su scala più vasta. E le cantine sempre di più stanno iniziando a comprendere i meccanismi della comunicazione social, investendo le loro energie e ottenendo risultati concreti in termini di ROI. Ma non è finita qui: presidiare i vari canali non è sufficiente, ma è necessaria anche un’attività costante di ascolto del web per individuare target e capire come fornire i contenuti adatti a stimolarne l’interesse. Per questo strumenti di analisi come SocialMeter Analysis e di call to action come Photostream sono la nuova frontiera per una comunicazione social efficace: diverse realtà ne faranno uso proprio durante il Vinitaly 2016 per captare le tendenze e il parlato su Twitter durante l’evento e per coinvolgere e incitare la partecipazione dei visitatori legando il marchio ad un’esperienza social da vivere in diretta. Photostream, un mosaico interattivo di immagini condivise dagli utenti raccolte attraverso specifici hashtag, si presta perfettamente sia al contesto di un evento di portata internazionale che al settore del vino, per risaltare il concetto di convivialità e, di conseguenza, di community.

- SPECIALE VINITALY 2016 -

Tutto il parlato nei social in tempo reale

MAGGIORI DETTAGLI